Comunicati stampa

Comunicato riguardo alla Messa secondo la Summorum Pontificum

Ufficio Comunicazioni Sociali Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio

02/10/2014

In seguito ad un comunicato pubblicato sul web, relativo alla sospensione della Messa secondo il Motu Proprio Summorum Pontificum che sarebbe avvenuta a Ferrara presso il Santuario della Madonna del Poggetto, S.E.Rev.ma Mons. Luigi Negri, Arcivescovo di Ferrara-Comacchio, rende noto di non avere mai dato indicazioni in tal senso. Per Ferrara-Comacchio l'Arcivescovo, così come aveva già fatto nella Diocesi di San Marino-Montefeltro, ha incaricato un sacerdote, nel caso specifico don Enrico Peverada, di coordinare tutte le iniziative relative alla celebrazione delle Messe secondo la Forma Straordinaria dell'unico Rito Romano.
L’Arcivescovo ha ribadito più volte, ed in più occasioni, che la Forma Straordinaria è bene accolta nella sua Arcidiocesi e deve essere offerta a tutti coloro che lo chiedano nei modi debitamente indicati dal sopracitato Motu Proprio. Certamente la Messa secondo il Vetus Ordo non può condizionare pesantemente la vita e il ritmo delle attività delle singole parrocchie. In ogni caso l’Arcivescovo ribadisce la sua fiducia in don Enrico Peverada che è abilitato a intraprendere tutte le azioni che saranno necessarie, invitando coloro che intervengono in queste questioni a non usare toni ed espressioni che potrebbero configurarsi anche come ipotetiche calunnie nei confronti della Diocesi e del suo responsabile.

Don Massimo Manservigi
Vicario Episcopale per la Cultura e la Comunicazione

Stampa questa pagina